I segreti della nonna Peppa! di M. Murra

Nonna Peppa e Tina la sapientina.

Questa settimana nonna Peppa, non è in gran forma, ha una tosse infernale e catarro che non riesce a parlare, sente anche negli orecchi una sensazione strana, come se qualcuno le avesse gonfiato dentro. Nonna Peppa sta al calduccio, ma più i giorni scorrono, più la situazione peggiora, pensa tra sé e sé, tutta acciaccata, ormai le tre L non bastano più :

Latte

Letto

Lana.

Decide di passare al famoso decotto e fomenti ogni sera, ma ormai la notte è insonne, tossisce talmente tanto che non può permettersi di stare supina … Una notte dopo l’ altra, ormai anche il suo umore è’ esausto  e debilitato oltreché il suo corpo, ormai preferisce sbocconcellare o sorseggiare soltanto tisane calde.

Nel bel mezzo del pomeriggio giunge “Tina la Sapientina” con i suoi medicamenti miracolosi e nonna Peppa seduta alla sua poltrona scozzese, ascolta  con gli occhi semichiusi, quasi stanca di udire  il borbottio e ripete si! si!  la malva è utile  per la tosse secca,  aiuta ad ammorbidire e a trattare l’irritazione delle mucose, poi ancora un decotto di fiori, che è un ottimo alleato per alleviare il mal di gola e le piccole bronchiti. Scende il silenzio e quasi a malo modo trascina le gambe giù e accompagna all’ uscio, la famosa Tina Sapientina, che è talmente screanzata che gira da una casa all’ altra tutto il giorno, impegna il suo tempo in cicaleccio e curiosità, Apre l’ uscio e la congeda  malamente e borbotta infastidita –

” A chi consiglia, non gli duole il capo.” –

Marilù Murra

Lascia un commento